06 febbraio 2006

I magnifici sette

Sette cose che voglio fare prima di morire

partecipare ad un'orgia
uscire dal pozzo gravitazionale terrestre
recitare in un film di Baz Luhrman
ridicolizzare il papa in un dibattito televisivo
tornare a San Francisco
rifarmi interamente il guardaroba con una selezione di capi di Armani, Versace e Dolce&Gabbana
vivere in una comune con le persone a cui voglio bene


Sette cose che non posso fare

corteggiare un uomo che mi piace senza essere prima certo delle sue preferenze sessuali
stare a casa quando non ho nulla da fare a lavoro
teletrasportarmi
risolvere i problemi viabili torinesi
un piercing al sopracciglio
abitare in un appartamento che si affaccia su Central Park
tirare uova marce a chi non sopporto


Sette cose che mi piacciono del bloggare

scrivere quello che mi pare
leggere i commenti
conoscere persone
avere un diario da cui recuperare pezzi del mio passato
pacioccare con l'HTML
confontarsi con le opinioni degli altri
sparlare di persone che non leggono il mio blog


Sette cose che dico spesso

che due coglioni
minchia
cazzi e ramazzi
di qua di là
sticazzi
ma guarda 'sto picio
magari


Sette libri che mi piacciono

Il signore degli anelli - J.R.R. Tolkien
Tutti i libri di Harry Potter - J.K. Rowling
Sulla strada - Jack Kerouac
Amrita - Banana Yoshimoto
La casa degli spiriti - Isabel Allende
Il ciclo della Fondazione - Isaac Asimov
La prosivendola - Daniel Pennac


Sette film che rivedo sempre volentieri

Blade Runner
Le fate ignoranti
Donne sull'orlo di una crisi di nervi
A Wong Fooo grazie di tutto Julie Newmar
Intervista col vampiro
Lisbon story
La città incantata


Sette persone a cui passo la palla

Gaia (così ti apri il blog, finalmente!)
Annina
Gerry (non avrai pensato di farla franca)
Krapp
Annalisa
Lele (senno' se la prende ;-PP )
la Marchesa

4 Commenti:

Blogger fio ha affermato...

blade runner, dunque. ci ho dato un esame sopra. ma deckard, ERA O NON ERA un replicante anche lui? illuminami.

06 febbraio, 2006 10:41  
Blogger Gilthas ha affermato...

IMHO no. Gli altri replicanti sono molto forti fisicamente, mentre Deckard se le piglia una volta sì e l'altra pure. Ma i segni che infondono il dubbio ci sono, e pesanti, anche.
La casa piena di fotografie.
Un'ex moglie nominata più volte di cui non ci sono segni tangibili.
Il famoso unicorno nella director's cut.
Un'inquadratura in cui la pupilla di Deckard luccica come quella dei replicanti.
Il fantomatico sesto replicante evocato da Briant di cui non si ha traccia (in realtà in questo caso si tratta di una svista, ma una svista riuscita bene, come si suol dire).

06 febbraio, 2006 10:58  
Blogger Red Mosquito ha affermato...

Una parte del mio ego esulta, l'altra è visibilmente in affanno per le possibili risposte (7 sono pochi, ma vedremo di farcela)

06 febbraio, 2006 12:18  
Anonymous gerry ha affermato...

Fra le tue espressioni tipiche manca "ma fottiti" :p

07 febbraio, 2006 14:42  

Posta un commento

<< Home