20 aprile 2006

Diario immobiliare/1

...lo stabile, anni '30, ben tenuto, con un moderno ascensore esterno, si trovava in una tranquilla strada secondaria di un rinomato quartiere cittadino. L'appartamento, al secondo piano, aveva il pregio di essere completamente ristrutturato, bagno, pavimenti, infissi esterni.
Unico difetto, era minuscolo.
Il bagno, sviluppato in lunghezza, non era largo più di un metro e mezzo. Nella cucina/ingresso/soggiorno non c'era spazio neanche per un tavolo e la camera da letto era dignitosa ma niente più. Considerato il prezzo al metro quadro, pari a 5 milioni del vecchio conio...

11 Commenti:

Anonymous Anonimo ha affermato...

buona fortuna ;)
quanti senzaascensorenonristrutturati hai già visto?
panda

20 aprile, 2006 22:21  
Anonymous Anonimo ha affermato...

In bocca al lupo!
john

21 aprile, 2006 09:18  
Anonymous Brugno ha affermato...

C'è un appartamento libero sopra quello di me e michy!!! Forse è un po' fuorimano però costa sicuramente meno!!! (la metà?)

Ciao! Brù

21 aprile, 2006 09:33  
Blogger Numero 6 ha affermato...

Il corsivo mi fa pensare che non sei tu, ma fingiamo che sia

5 milioni al metro, ca. 2600 Euri, a Roma sono un prezzo da borgataccia, senza scherzare.

21 aprile, 2006 10:10  
Anonymous Brain ha affermato...

In bocca al lupo! :-)

21 aprile, 2006 10:22  
Blogger Typesetter ha affermato...

Un prezzo da Quarto Oggiaro, ma lontano dalla fermata del tram.

21 aprile, 2006 12:37  
Blogger Gilthas ha affermato...

#6 e Type: a Londra costano ancora di più, e allora? A me questi sembrano discorsi del menga. Dovrei essere contento di prezzi - seppur più contenuti rispetto a Roma e Milano - che mi prosciugheranno di tutti i risparmi, più un congruo aiuto da parte dei miei, più un mutuo di almeno 20 anni? Il punto è che i prezzi delle case sono mostruosamente alti ovunque, e fare una classifica dell'astronomicità mi sembra francamente ridicolo. Il punto è che manca totalmente una politica della casa, che si voglia comprare o affittare. Il punto è che l'ICI è uno specchietto per le allodole, quando uno deve pagare IVA, tasse persino sui soldi presi prestito, più parcelle astronomiche di notai la cui unica fatica è mettere una firma. Il punto è che l'economia di mercato andrebbe superata. Il problema è capire come.
Brugno: se l'offerta di assunzione che qualcuno delle tue parti mi avrebbe dovuto fare già da tempi immemorabili dovesse arrivare, prenderei seriamente in considerazione l'appartamento sopra il vostro ]:->

21 aprile, 2006 20:51  
Anonymous stellalpina ha affermato...

Buona fortuna Gil

21 aprile, 2006 22:05  
Blogger Red Mosquito ha affermato...

Sono d'accordo con l'elfo: che poi un mutuo dilazionato in 20 anni è già un "lusso"... per me si prospetta qualcosa come come 30 anni.
E' assurdo.

22 aprile, 2006 00:20  
Anonymous Brugno ha affermato...

Gil: purtroppo (o per fortuna?) sono tornato dipendente... quindi non posso più assumere nessuno... a meno che non ti presenti per il ruolo di colf! :)

23 aprile, 2006 22:07  
Anonymous clover ha affermato...

non hai mai visto il mio bagno di venezia :P

28 aprile, 2006 15:39  

Posta un commento

<< Home