05 dicembre 2005

Stesso continente, pianeti diversi...

"Il Civil Partnership Act (legge sul partneriato civile), prevede per le coppie dello stesso sesso medesimi diritti e doveri delle coppie sposate in materia di pensioni, eredità, tasse, immigrazione. L'unione potrà essere sciolta con un atto legale simile al divorzio. La legge, annunciata nel discorso della Corona dalla Regina Elisabetta nel novembre del 2003, è stata approvata dal parlamento a novembre dell'anno successivo senza suscitare particolari controversie o polemiche.

Il provvedimento è stato riconosciuto come un dovuto diritto degli omosessuali tanto dalle forze politiche quanto dalle principali religioni. Solo gli ebrei liberali (una delle tre confessioni ebraiche presenti in Gran Bretagna) continuano a negare la benedizione alle coppie gay."

Da La Repubblica

17 Commenti:

Anonymous Anonimo ha affermato...

E' da tanto che dico che voglio andare a vivere a Londra e la mia lista di buoni motivi per farlo continua inesorabilmente ad allungarsi
Giò

05 dicembre, 2005 08:59  
Blogger SacherFire ha affermato...

Se glielo chiediamo agli inglesi credo che dubitino di stare nel nostro stesso continente ;-P
Sì, quello che più mi colpisce è la naturale (o quasi) accettazione di questo tipo di leggi, sia da parte dei politici ma soprattutto della società civile, in quasi -ahi noi- tutti i paesi europei dove il tema è già stato affrontato e, sospiro, risolto.

05 dicembre, 2005 09:16  
Blogger Numero 6 ha affermato...

Come al solito Repubblica si inventa qualcosa (ebrei liberali?).

È notevole, in pochi anni, il passaggio dall'Age of Consent differenziata per i gay (18 vs. 16), all'unione civile.
I maligni sospettano dell'ingente numero di gay alla corte del Tony, Peter Mandelson in testa.

05 dicembre, 2005 10:01  
Blogger Red Mosquito ha affermato...

Il nodo di tutto è sempre lo stesso: da noi esiste una cosa chiamata Vaticano. Esiste uno zoccolo duro poi chiamato DC, che per alcuni aspetti è un cancro, difficile da debellare.
In tutto e per tutto d'accordo con la Mannoia ieri sera ospite dalla Dandini.
Questa ingerenza della chiesa sulla vita mia, tua e di tutti NOI è francamente deprimente e intollerabile.

05 dicembre, 2005 12:48  
Blogger Numero 6 ha affermato...

L'ingerenza è dei politici, non della chiesa.
La chiesa in Spagna dice le stesse cose, ma non se la filano.

05 dicembre, 2005 13:06  
Blogger Red Mosquito ha affermato...

Sì, ma in spagna non c'è il vaticano.
Il fatto di ascoltare ogni domenica il predicozzo del papa come fosse un dogma assoluto o come fosse la manna dal cielo che ti risolve chissà quale problematica, condiziona enormemente una parte del parlamento.

Do un 60% di colpe alla chiesa ed un 40% al partito trasversale guidato da casini, mastellone,bottiglione e rutella.

05 dicembre, 2005 13:13  
Blogger Numero 6 ha affermato...

Ma che sono bambini che si fanno condizionare?
Le leggi le fanno loro, se sono sbagliate è colpa loro.
Non vale solo per la chiesa, c'è sempre qualcuno pronto a scaricare il barile su sindacati, magistratura, ecc., per coprire il fatto che non sono in grado di fare il loro mestiere.
Se è così era meglio Craxi.

05 dicembre, 2005 14:28  
Blogger Red Mosquito ha affermato...

Infantili sì, come bambini alle primi armi. Molti, secondo me, si fanno pilotare, l'ho sempre sostenuto.
I politici che ho nominato prima pendono dalle labbra di cardinali e papi: si ascolti in tal senso l'intervento di don casini ieri sera a rai tre durante la trasmissione di fazio. Sconcertante.
Lo vedi che anche il mortadella cerca di non sputtanarsi troppo con la chiesa, dando un colpo al cerchio ed uno alla botte?
Chi c'è in buona parte dietro l'astensionismo dei referendum di giugno?

Craxi ti ricordo che è quello del concordato;-)) quindi dell'8 per mille.
Se uno stato è laico fino in fondo, imho non c'è bisogno manco per il cazzo di firmare o di rinnovare un concordato con la chiesa.
Ma ciò non succede proprio perchè la chiesa ha un ruolo fondamentale nella vita del nostro paese; ti immagini ruini con l'abolizione del concordato, i matrimoni gay, o i pacs in genere e le staminali al servizio completo della scienza?

05 dicembre, 2005 16:01  
Blogger Numero 6 ha affermato...

Alcuni punti:

1) Mortadella è dichiaratamente cattolico, e da un bel po'.
2) L'8 per mille e il concordato non sono legati.
3) Ci sono paesi non prevalentemente cattolici e senza Vaticano che non hanno PACS. Lì con chi te la prenderesti?
4) Al servizio completo della scienza è una frase pericolosa.

05 dicembre, 2005 17:07  
Blogger Red Mosquito ha affermato...

Mortadella andrebbe informato del fatto che è il leader di una coalizione che ha al suo interno rifondazione, verdi, comunisti italiani e sdi+radicali.
Invece sembra quasi che abbia paura di pronunciare una parola di troppo nei confronti della chiesa e questo per me è inaccettabile. Ma si sa: in italia i voti del centro contano in maniera determinante. E quindi abbozza come un ebete.

Ma non fu craxi a creare l'8 per mille, proprio nell'84, abolendo la congrua?

In quei paesei non cattolici me la prenderei con i politici : semplice! Con chi non riconosce la validità di tutte le convivenze possibili.
Lì magari la chiesa non ha un ruolo infulente, ma da noi sì eccome.
A me in sostanza sembra che molti dei nostri politici siano succubi della chiesa; persino un ateo come bertinotti, pur non sottomettendosi mai alla chiesa, si lascia andare a dichiarazioni di circorstanza come quelle di questi giorni. L'incapacità di certi politici è legata indissolubilmente all'ingerenza vergognosa ed opprimente di questa chiesa.
Chissà perchè il cardinale ruini ha ricominciato a riparlare di aborto (in contemporanea con storace) dopo che era stata paventata l'ipotesi di un governo con comunisti e radicali.
E a ruota casini, bottiglione e rutelli a fargli da eco.

> Al servizio completo della scienza è una frase >pericolosa

Lo so bene che è terrificante.
Io non sono mai stato favorevole ad una jungla selvaggia dove ognuno fa ciò che vuole, ma in tema di staminali non ho dubbi: ho visto soffrire troppa gente intorno a me. E sapere che un domani forse diabete, parkinson, sclerosi multipla, colite ulcerosa potrebbero essere curate mi dà speranza x il futuro e mi fa stare bene.

05 dicembre, 2005 21:02  
Blogger restodelmondo ha affermato...

8 per mille e concordato c'entrano: l'OPM è previsto dal concordato, poi le altre confessioni si sono accodate.

E comunque, è indecente che la chiesa cattolica non possa fare un'intesa come tutti gli altri.

E: gli ebrei "liberali" esistono, e usualmente riconoscono i gay. Semmai gli ortodossi non li amano troppo. Vedi: www.levchadash.it

06 dicembre, 2005 13:49  
Blogger Gilthas ha affermato...

Marta for president ^__^

06 dicembre, 2005 14:17  
Blogger Numero 6 ha affermato...

RdM: punti di vista, per me la legge dell'8 per mille è una sistemazione del rapporto tra stato e enti di culto.
Degli ebrei liberali, per dirla alla francese, non me ne frega una fava, è il modo di riportare le notizie di Repubblica.it che mi infastidisce.
Gil: non ne dubitavo ;-)

07 dicembre, 2005 10:29  
Anonymous stellalpina ha affermato...

A me quel che da più fastidio sono le continue ingerenze della chiesa, tramite il cardinale Ruini sulle leggi di uno stato sovrano.

08 dicembre, 2005 22:03  
Blogger restodelmondo ha affermato...

#6: Ehi, RepubblicaSempreSullaNotizia ((c) Delio) sta sulle scatole pure a me. Ciò non toglie che l'OPM sia stato inventato dal Concordato dell'84 e gli ebrei liberali esistano. ;-)

Aggiungerei, attaccandomi a quanto detto da Stella, che se Ruini & co. possono invadere la vita pubblica italiana come stanno facendo è anche responsabilità di una classe di giornalisti che coltiva l'idiozia dei lettori.

09 dicembre, 2005 19:23  
Blogger Red Mosquito ha affermato...

Sottoscrivo.
Responsabilità dei giornalisti certamente; ma anche di certi politici, come già avevo detto in precedenza.

09 dicembre, 2005 23:17  
Blogger restodelmondo ha affermato...

Mosquito: ovviamente.

10 dicembre, 2005 14:24  

Posta un commento

<< Home